AdMedia

Brexit: Londra ha paura del no deal e taglia i dazi con la Ue

14 Marzo 2019 Author :  

Sulla Brexit c'è solo l'accordo già negoziato, ora è Londra che deve decidersi, da loro che deve arrivare la soluzione. Pressing europeo sul Regno Unito all'indomani del voto ai Comuni con la seconda bocciatura all'accordo della May.

'La nostra posizione non cambia né cambierà', dice Bruxelles, che tuttavia ritiene aumentata l'incertezza e con essa il rischio di un no deal. Londra guarda all'ipotesi peggiore e programma l'astensione dall'imporre dazi per 12 mesi su gran parte dei prodotti importati. Ma le imprese britanniche attaccano, dicendo che non basta. E l'Europarlamento vara misure d'emergenza su Erasmus+, sicurezza aerea, Irlanda del Nord ed export.

Intanto il ministro del tesoro, Philip Hammond annuncia il taglio delle stime del pil 2019 dall'1,6% all'!,2.

Brexit al centro pranzo Quirinale, governo al lavoro - Il tema della Brexit è stato al centro del tradizionale pranzo di lavoro al Quirinale in vista del prossimo Consiglio europeo. Il governo, si è appreso, è in attesa di capire gli sviluppi ma sta predisponendo dei provvedimenti qualora la Brexit sia "hard", cioè in caso di no deal. Alla colazione era presente il premier Conte, i due vicepremier, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, e i ministri interessati.

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2