×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 88

AdMedia

Nocera: truffa delle case fantasma, 9 a processo

Author :  

NOCERA/NOLANO. Vendevano case di altri e intascavano i soldi attraverso l’uso di false carte d’identità e con false procure speciali a vendere: in questo modo ingannavano notai e ignari acquirenti. I Caragallo di Giugliano in Campania, con complici napoletani di Villaricca e Arzano che agivano tra il Nolano e Nocera Inferiore, scegliendo clienti attraverso agenzie immobiliari ai quali propinare ‘occasioni’ di appartamenti situati nella zona napoletana. Il giudice per le udienze preliminari, Alfonso Scermino, ha disposto il processo per nove persone accusate a vario titolo di associazione per delinquere, truffa, falso e sostituzione di persona. Alla sbarra finiscono Luigi Caragallo, Domenico Basile, Emmanuele Caragallo, Enrico Ottaviano, Rosario e Luisa Cangemi, Adriana Marchionne, Dario Ciccarelli, Vincenzo Castellone. I nove dovranno comparire davanti ai giudici del Tribunale di Nocera inferiore il prossimo 10 dicembre. Uno degli imputati, Luca Fernandez di Napoli è tuttora irreperibile. Gli ideatori del raggiro erano Luigi Caragallo e Domenico Basile, entrambi di GIugliano in Campania che si presentavano agli acquirenti e agli agenti immobiliari con nomi di fantasia come ad esempio “i fratelli Falco, titolari della Edil Falco”. Con questa ditta vendevano un favoloso appartamento in via Partenope a Napoli ed organizzavano il raggiro anche con delle foto e delle visite guidate per gli acquirenti. Sempre i Falco si presentavano dal notaio muniti di procura speciale. A Nocera Inferiore riuscirono a portare a segno alcune delle truffe dinanzi all’ignaro notaio che attestava la validità dei documenti presentati e riprodotti in maniera perfetta. E così a gennaio del 2013 dopo aver organizzato tutto nei minimi particolari stipularono il contratto dal quale incassarono 670mila euro. Ingannata un’intera famiglia che attirata dal favoloso prezzo dell’abitazione situata al centro di Napoli con vista panoramica sborsarono l’ingente somma ma ovviamente la casa non era dei sedicenti fratelli Falco e neppure dei Caragallo, bensì di un possidente signore napoletano che si ritrovò con la casa venduta senza saperlo. Stesso sistema anche per delle abitazioni situate a Napoli nel Rione Camaldoli - Parco Alberino dove gli acquirenti pagarono 220mila euro dinanzi ad un notaio di Nocera Inferiore, il 30 ottobre del 2012. Tutti ingannati dagli abili truffatori che riuscivano a vendere case non di loro proprietà.
R. Federico

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2