Sperpero di fondi pubblici nel distretto Nocera-Gragnano: 5 indagati, chiuse le indagini

09 Gennaio 2018 Author :  

Presunto sperpero di fondi pubblici e assunzioni e consulenze concesse senza il rispetto della legge: la Procura di Nocera Inferiore ha chiuso le indagini sul distretto Nocera-Gragnano, iscrivendo nel registro degli indagati 5 persone dopo il clamore dell'inchiesta avvenuta nel 2016. Oltre all'ex direttore Aniello Pietro Torino, ci sono Matteo Tuberosa, segretario dell'Ente, Gianluca Giordano, Gennaro Palumbo e Aniello Giacomaniello. L'accusa di abuso d'ufficio è estesa a tutti, in virtù di tre incarichi assegnati che avrebbero violato i «principi di buon andamento e di imparzialità» che regolano le leggi sui Distretti Industriali.

Torino avrebbe utilizzato il conto corrente intestato all'Ente ed accesso presso la Banca della Campania, filiale di Roccapiemonte, insieme alla carta di credito intestata al medesimo Distretto. Nel faldone della procura sono diversi i bonifici e i pagamenti tracciati durante la fase investigativa. Le perquisizioni presso l'Ente fondato dalla Regione Campania negli anni 90, che ha come obiettivo la valorizzazione del territorio agroindustriale distrettuale, furono eseguite a settembre 2016. Il Distretto abbraccia 20 comuni, di cui 16 salernitani.

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178