AdMedia

Anacapri. Abusi al lido Nettuno, verso il processo l’ex soprintendente

12 Gennaio 2019 Author :  
A distanza di sette mesi dal maxi-sequestro del beach club «Nettuno» ad Anacapri, a ridosso della Grotta Azzurra, operato da Guardia di Finanza e Capitaneria di Porto di Capri, si è conclusa la fase delle indagini preliminari. Il pm Francesca De Renzis ha proceduto alla notifica alle 17 persone al centro dell’inchiesta dell’avviso di conclusione delle indagini. Tra loro anche ex soprintendente. I fatti contestati riguardano i lavori di ristrutturazione eseguiti a partire dal 2014 nel complesso immobiliare, in virtù di permessi di costruire e autorizzazioni paesaggistiche rilasciati - secondo l’accusa - illegittimamente, in violazione della normativa urbanistica e paesaggistico-ambientale relativa alla zona e in contrasto con i vincoli previsti per l’area in cui sorge la struttura. I reati contestati a vario titolo vanno dall’abuso d’ufficio alla falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e alla falsità ideologica in certificati commessa da persone esercenti un servizio di pubblica necessità, aggravati e in concorso tra loro. In materia edilizia, le indagini della Procura di Napoli hanno evidenziato la violazione al Testo unico e al Codice dei beni culturali e del paesaggio nonché al Codice della navigazione, poiché tutte le opere sarebbero state edificate in violazione della fascia di rispetto dei 30 metri dall’area demaniale marittima.

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2