AdMedia

Cambiamenti climatici: oltre 500 mila morti in 20 anni

09 Novembre 2016 Author :  

Ondate di caldo e altri eventi atmosferici estremi originati dal cambiamento climatico hanno ucciso qualcosa come 530.000 persone e causato circa 3mila miliardi di dollari di danni negli ultimi venti anni. Il conto lo fa la dodicesima edizione del Global Climate Risk Index, pubblicato dalla ong tedesca Germanwatch. I risultati mostrano che nel 2015 l'Africa è stato il continente più colpito da eventi atmosferici estremi, mentre le ondate di calore sono state responsabili del maggior numero di vittime, con 4.300 morti in India e più di 3.300 morti in Francia. Anche se questi dati dimostrano che sia i paesi in via di sviluppo che sviluppati possono essere colpiti da questo tipo di eventi, l'analisi conferma che le economie più povere sono le più vulnerabili al rischio climatico.Secondo un indice basato su dati dal 1996 al 2015, lo studio afferma che Honduras, Myanmar e Haiti sono stati i Paesi più colpiti. Solo nel 2015, Mozambico, Dominica e Malawi si sono posizionate tra le Nazioni più bersagliate. Lo studio non ha considerato molti indicatori di cambiamento climatico come lo scioglimento dei ghiacci e l’innalzamento del livello del mare, ma si è concentrato piuttosto sui livelli di rischio legati a eventi meteorologici estremi. Gli scienziati si aspettano che questi eventi diventino più frequenti e intensi come risultato del riscaldamento globale causato dalle emissioni di gas serra.

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2