Namastè. La fedeltà è sinonimo di Intelligenza

09 Agosto 2017 Author :  

Namastè cari lettori,

Nell’attesa che inizino le mie vacanze leggevo in questi giorni degli articoli molto interessanti. Uno in particolare dal titolo “La fedeltà è tipica delle persone intelligenti!” ha attirato la mia attenzione.

Già solo il titolo mi ha fatto sorridere, poiché alquanto controcorrente considerando quanto a volte la società contemporanea consideri scaltri o furbetti coloro che gestiscono più di una relazione sentimentale in contemporanea... persone a cui i giocolieri fanno un baffo!

Di fatti molti credono che essendo l’uomo portatore del seme, e quindi capace di far proliferare la specie, sia portato da impulsi primordiali ad attraccare in tanti porti, così da garantire che i suoi geni la sopravvivenza. Questo dal punto di visa etologico si potrebbe anche comprendere, però credo che bisogna anche considerare il fatto che come specie ci saremo evoluti un bel pò da quando eravamo semplici mammiferi ricurvi e pieni di peli!

Se consideriamo invece il punto di vista relazionale impegnarsi in un’unica relazione non è semplice. E’una questione di scelta, ovvero scegliere se dedicare la propria vita, le proprie energie, parte di se stessi ad una sola persona, per tutta la vita. A volte si ha paura, poiché l’altro non sempre corrisponde in pieno alle nostre aspettative. Dedicarsi all’altro vuol dire rischiare nell’investire il proprio futuro affidandolo ad una sola persona, aggrappandosi all’idea dell’amore vero ed eterno. Beh! questa che potrebbe sembrare solo una teoria romantica, reduce di anni e anni di film Disney, in barba alle mere teorie etologiche, finalmente “pare” abbia trovato fondamenta scientifiche.

Rodolfo Llnàs, un neuroscienziato colombiano, ha condotto diverse ricerche e studi sui concetti di fedeltà, amore e felicità dal punto di vista neurofisiologico.

Llnàs afferma che il cervello di un essere umano è un sistema chiuso ed estremamente complesso, esso si trasforma costantemente, si nutre e di modifica grazie alle emozioni, ai sentimenti, utilizzando capacità creative.

Questo, come afferma il nostro neuroscienziato, dipenderebbe principalmente dalle emozioni, considerate primarie rispetto alle cognizioni, poiché originate nell’area cerebrale più antica, definita sistema limbico. In questa area cerebrale, il sistema Limbico, originano le emozioni primarie degli esseri umani (quali la gioia, la paura, la rabbia e la tristezza) ma è anche sede degli impulsi primordiali che appartengono agli esseri umani ( ad es. l’istinto sessuale ecc). Anche l’amore ha origine nella stessa area, a detta del nostro neuroscienziato, ed è definita da diverse funzioni fisiologiche. Llnàs sostiene che “L’amore è come un dolce, e chi è innamorato diventa goloso. Vuole avere sempre più amore dalla persona che ama. Dal punto di vista fisiologico, l’amore non è come fare ginnastica, ma come ballare”.  

Da questo presupposto introduce il concetto di amore esterno affermando che “è tipico delle persone intelligenti, che strutturano e aggiustano gli standard d’azione fissi prendendo come punto di riferimento l’altro, come se fosse la propria mano; curarla diventa una mia responsabilità e viceversa”.

Llnàs, partendo dagli schemi di sopravvivenza e dalla gestione delle energie prodotte dall’individuo, considera la fedeltà come un meccanismo capace di non far sprecare all’essere umano inutile energia emotiva. Chi è capace di evitare situazioni che possano destabilizzare il proprio equilibrio interno, così rendendolo vulnerabile ad eventi esterni che possano ledere una sana sopravvivenza, manifesta un elevato livello di intelligenza. Come afferma il nostro Llnàs, il vero amore è come “una danza infinita di neuroni tra due persone intelligenti”. Quindi cari amici, chi è capace di avere una relazione duratura con una sola persona, affrontando gli ostacoli della vita insieme, prendendosi cura di se stesso attraverso la cura della persona amata, non fa altro che manifestare la sua elevata intelligenza emotiva.

Questo articolo mi ha fatto sorridere e riflettere molto, se anche la neuroscienza ci dice che siamo programmati per garantirci una esistenza serena, è avvilente osservare come molta gente sprechi la propria energia emotiva inseguendo o meglio scappando da chissà cosa impelagandosi in relazioni multiple e dolorose.

Alle persone fedeli dico: siatene orgogliose! Sicuramente avrete avuto modo di incontrare persone poco inclini alle relazioni monogame, e sicuramente non sempre sarà stato semplice e indolore, ma ora potrete dire, affermandolo con dati scientifici alla mano, che siete stati molto più intelligenti di loro… e che furbizia o scaltrezza non corrispondono alla vera intelligenza!!!

 

“La fedeltà è lo sforzo di un’anima nobile per uguagliare un’altra più grande di lei”. Goethe

 

Spero di avervi fatto sorridere e riflettere,

Vi auguro buone vacanze!!!!

Namastè a tutti

 

Dottoressa Raffaella Marciano

Psicologa Curatrice Rubrica Namastè

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.psicologamarciano.it

Studio di Consulenza Psicologica e Psicoterapia, via G. Matteotti 16, San Valentino Torio (Sa).

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178