AdMedia

Mibact. Beni culturali: stanziati fondi per Villa Jovis e Certosa di San Giacomo

20 Febbraio 2018 Author :  

Il comitato tecnico scientifico del Mibact ha approvato un piano di investimenti da circa 600 milioni di euro (597.058.875) sul patrimonio culturale italiano.

Lo annuncia il ministro Franceschini, precisando che si tratta di fondi subito disponibili. Tra gli interventi, il primo grande piano antisismico per i musei statali, ma anche riqualificazione delle periferie urbane e restauri per beni segnalati in tutta Italia. "Le risorse stanziate oggi - dice il ministro - segnano un importante traguardo". Si va dal Friuli con uno stanziamento di 4,6 milioni per il restauro e la riduzione della vulnerabilità della Basilica e del Campanile di Aquileia, alle Marche, con restauri e messa in sicurezza di centinaia di beni (tra gli altri, 4 milioni per il Museo archeologico nazionale di Ancona, altrettanti per la chiesa di San Gregorio illuminatore, sempre ad Ancona).
Stanziamenti anche al Sud diversi i siti individuati nella Regione Campania.

In particolare nella provincia di Napoli:

CAPRI:

Certosa di San Giacomo 700 mila euro: lavori di restauro e risanamento conservativo dei corpi di fabbrica chiesa, canonica, sala diefenbach, cisterna, chiostro grande e chiostro piccolo.

Certosa di San Giacomo 2.700.000 euro: verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro.

Villa Jovis 1.506.517 euro: lavori di restauro e risanamento conservativo della torre del faro.

 

ERCOLANO:

Parco Archeologico di Ercolano 2.500.000 euro: interventi per il miglioramento dell’accessibilità.

 

A NAPOLI:

Castel Sant’Elmo: verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro.

Museo di Capodimonte: verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Museo Diego Aragona Pignatelli Cortez: verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Museo Duca di Martina: verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Museo Borbonico: verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Chiesa di S.Agostino alla Zecca: Restauro facciata principale, sagrato e completamento campanile.

Chiesa di S. Maria della Sapienza. restauro coperture, affreschi e stucchi delle volte della chiesa e del coro retrostante

Parco archeologico ambientale del Pausilypon. Lavori di protezione, restauro e consolidamento di murature, pavimentazioni e superfici affrescate: messa in sicurezza dei percorsi espositivi

Locali Biblioteca Universitaria: Completamento lavori di restauro e recupero funzionale del complesso monumentale di via Mezzocannone, 8 adibito a Biblioteca Universitaria.

Chiesa dei SS. Severino e Sossio (propr. FEC): Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Chiesa San Giuseppe dei Ruffi (propr. FEC): Chiesa San Giuseppe dei Ruffi (propr. FEC)

Chiesa e Convento San Gregorio Armeno (propr. FEC): Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Chiesa San Giovanni a Carbonara (propr. CURIA): Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Chiesa Regina Caeli. Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Chiesa Santa Maria della Sapienza (propr. FEC): Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Palazzo Reale (prop. Demanio dello Stato): Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Chiesa sant’agostino alla Zecca e annessa Sacrestia (prop. FEC): Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Chiesa Gesù Nuovo (prop. Demanio dello Stato): Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Chiesa Santa Brigida (propr. FEC): Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Certosa e museo di San Martino: Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

Museo Archeologico Nazionale: Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro

 

BACOLI: 

Museo archeologico Campi Flegrei nel castello di Baia: Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro: manutenzione ordinaria e straordinaria areaa verde, giardini, impianti idrici, servizi igienici, infissi, cancelli di sicurezza e sbarre automatiche, porte scorrevoli, porte antipanico, casseforti, impianti di sicurezza, impianti telefonici, elettrici, idrici antincendio, condizionamento, ventilazione, riscaldamento, estintori antincendio, impianti elevatori, opere murarie e in ferro;
raccolta rifiuti speciali, pericolosi e ordinari; derattizzazione e profilassi antimurina nei depositi; interventi urgenti di adeguamento delle sedi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/2008.

Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia. Ex Polveriera: ripristino intonaci, rifacimento impermeabilizzazione, realizzazione impianto elettrico, completamento videosorveglianza con collegamento al cavedio e sala regia, restauro pareti verticali del cortile intorno all’edificio.

Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia: diserbo e sistemazione della rampa di accesso all’arenile, verifica, sistemazione e messa in sicurezza del costone tufaceo e dei resti archeologici in situ lungo la rampa, funzionalizzazione per la fruizione.

BENEVENTO:

Teatro Romano: restauro.

 

AVELLINO: 

Carcere Borbonico; deamnio consegna SABAP, sede della Sabap e dell’Archivio di stato: verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro.

Torre dell’orologio; in consegna alla Sabap: verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro.

 

QUESTI I FINANZIAMENTI IN PROVINCIA DI SALERNO

 

 

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2