Spettacolo:”fattarielle e ‘nciuce”. Bud Spencer e la quarta “C”

18 Maggio 2018 Author :  

di Francesco Apicella

Dino De Laurentiis mi ha sempre detto che la sua vita era composta   da tre “C”: cervello, cuore e coglioni. Invece la mia ne ha una in più:la “C” di culo”. Sono stato fortunatissimo nella mia vita: come nuotatore sono stato più volte campione d’Italia, ho partecipato a due Olimpiadi (Helsinky nel 1952 e Melbourne nel 1956) e giocato nella nazionale di Pallanuoto. Con il cinema ho iniziato per caso, grazie a un amico di famiglia, e idem è avvenuto per la musica (ha scritto canzoni per Ornella VanoniNico Fidenco e per la colonna sonora del film Cleopatra)” raccontò Bud Spencer (all’anagrafe Carlo Pedersoli, ndr), in un’intervista di “Vanity Fair” nel2007 e alla domanda”se si fosse pentito di aver detto no a Federico Fellini per il film “Satyricon”, aggiunse divertito:”Nel 1969 Fellini mi voleva far fare la parte di Trimalcione: dovevo stare con il culo nudo e farmelo mordere da un ragazzo. “A Federì….!!” gli ho detto. In una delle puntate dello show televisivo di RAI 1 “Assolutamente….”, diretto da Fabrizio Frizzi, il “grande” (in tutti i sensi!) Bud parlò di come si era formata la fortunata coppia cinematografica “Bud Spencer e Terence Hill” e raccontò due aneddoti molto divertenti avvenuti durante le riprese di alcuni dei 16 film girati insieme a Terence Hill. “Il nostro incontro fu del tutto casuale” racconta Bud “ Era il 1967,io mi apprestavo a girare con l’attore Peter Martell (all’anagrafe Pietro Martellanza), noto attore di tanti western all’italiana, il film “Dio perdona…io no”, diretto da Giuseppe Corizzi. Il diavolo come sempre accade, e quanto meno te l’aspetti, ci mise la coda e, la notte prima di iniziare le riprese, Martell, durante un litigio, particolarmente “movimentato”, con la sua fidanzata, si ruppe un piede e dovette, per forza di cose, rinunciare al film. Al suo posto, su suggerimento del produttore, il regista scelse, il giovane Mario Girotti che, da allora, assunse come nome d’arte quello di Terence Hill. Fu il nostro primo film insieme a cui, poi, come tutti sanno, ne seguirono tanti altri. Durante le riprese del film “I 4 dell’Ave Maria”, c’era un cavallo dispettoso a cui stavo particolarmente antipatico, forse per la mia altezza (1.93) e per il mio peso che superava di gran lunga il quintale. Si chiamava “El Cordobes”! Il primo giorno che l’ho cavalcato ha fatto di tutto per disarcionarmi , non sopportava il mio peso e voleva a tutti i costi buttarmi a terra; il secondo giorno , appena ho messo il piede in una staffa, il cavallo si è girato e si è buttato a terra, se mi allontanavo si tirava su, se mi avvicinavo si sdraiava di nuovo. Aveva deciso che, da quel giorno, non avrebbe mai più lavorato con me e così fu! Non ci furono versi per fargli cambiare idea.“ L’altro episodio aneddotico avvenne sul set del film “Più forte ragazzi”, girato sempre in coppia con Terence Hill. “In quel film io e Terence eravamo due piloti e in una scena io stavo chiuso dentro un aereo che rullava, poi veniva un pilota vero, si metteva la parrucca per sembrare me e decollava, al posto mio. Al decimo giorno di riprese, dopo aver rullato in pista, come al solito, mi sono scocciato e, senza aver mai pilotato un aereo in vita mia, ho decollato. Così su due piedi! Quando mi ha visto, il produttore si stava suicidando, per la disperazione “E mò questo come atterra?!!?”. L’aeroporto aveva una pista lunga 3 km e così ho atterrato a “quaglia”, procedendo abalzi, (tanti balzi!), finchè l’aereo non si è fermato del tutto. Da quel giorno ho capito qual era la mia vera passione e, senza pensarci su due vote, mi sono preso il brevetto di pilota, realizzando, da allora, più di 2000 ore di volo.” Bud Spencer, scomparso nel 2016 è stato e sarà sempre nel cuore di tutti gli spettatori che, per anni, hanno seguito i suoi film e a cui lui ha regalato generosamente, senza risparmio, la sua simpatia, la sua bravura, il suo ottimismo e la sua gioia di vivere, riempiendo la loro vita di indimenticabili e sempreverdi emozioni.

 

 
 
 
 
 
 

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178