AdMedia

Litigi tra fratelli: qual è il ruolo dei genitori?

07 Settembre 2018 Author :  

Namastè cari lettori!
I fratelli, lo sappiamo bene, non si scelgono bensì sono una sorpresa che la vita ci riserva. Spesso litighiamo con loro, eppure rappresentano la relazione più lunga che un uomo possa conoscere. Essi ci sono da sempre, condividono i nostri ricordi e conoscono le persone, i luoghi e gli odori tra cui siamo nati e cresciuti. Fratelli e sorelle rappresentano i primi “pari” con cui ci rapportiamo e identifichiamo: grazie a loro impariamo l’amore, la capacità di comprendere gli altri e prendersene cura ma anche emozioni negative quali la rabbia e l’odio. D’altronde è esperienza comune vivere le relazioni tra fratelli sperimentando l’affetto da una parte e la rivalità dall’altra. E dunque, quando i fratelli litigano cosa devono fare i genitori? Affrontare e mediare un conflitto, cercando di trovare soluzioni efficaci, è sicuramente un compito difficile per i genitori, ma comprendere la verità che si nasconde dietro ogni lite e supervisionare con discrezione la relazione tra fratelli, può fare in modo che quest’ultima si sviluppi in modo positivo. Di seguito, alcuni suggerimenti:

 È fondamentale che entrambi i genitori agiscano in modo coerente e adottino una condotta comune, pertanto se uno dei due non condivide lo stile educativo dell’altro è bene parlarne in privato ed evitare di inviare messaggi opposti;

 È impossibile che in una casa ci siano bambini che vanno d’amore e d’accordo senza mai litigare. I conflitti fanno parte delle relazioni tra fratelli e stimolano lo sviluppo dell’identità del bambino. Quando è possibile, lasciate che risolvano da soli e intervenite solo quando la situazione è troppo tesa o si è arrivati alle mani;

 I genitori hanno il ruolo di moderatore e non di giudice: il dialogo sul conflitto avvenuto, dovrebbe verificarsi poco dopo il litigio o meglio quando sia fratelli che genitori non siano più provati da rabbia e agitazione. Il compito del genitore non è scoprire la verità né trovare il colpevole per assegnargli la punizione, piuttosto bisogna aiutare i due fratelli a comprendere ciascuno la prospettiva dell’altro e trovare un giusto compromesso. In pratica, il padre o la madre devono dare la parola all’uno o all’altro, riassumere quanto è stato detto dall’uno o dall’altro, accertarsi che non ci siano fraintendimenti e proporre possibili soluzioni al conflitto. Il genitore non deve mai prendere una posizione o emettere un verdetto di colpevolezza altrimenti non farà altro che istigare il bambino “colpevolizzato” a dare inizio ad un nuovo litigio;

 Alcuni litigi possono essere evitati eliminando l’elemento che li provoca. Ad esempio spesso si litiga per un giocattolo. Potreste prendere il gioco e dire “Se non riuscite a giocare insieme senza litigare, oggi lo prendo e ci riproverete domani”. In questo modo non avrete trovato un colpevole, ma un’adeguata soluzione al problema;

 Evitate di lodare troppo un bambino rispetto all’altro o di dare più privilegi a colui che combina meno guai. Piuttosto cercate di stare in relazione con entrambi sottolineando le qualità positive, mostrando affetto e considerazione. Soltanto così si eviteranno futili gelosie o competizioni ed aumenterà la fiducia nelle proprie capacità;

 I bambini amano i contratti e i giochi a punti: potreste includerli come strategie educative da utilizzare al fine di rinforzare l’emissione di un comportamento.

Cari lettori trovate il tempo di fare qualcosa di bello insieme alla vostra famiglia e ne resterà molto meno per i litigi e lo stress! E tu genitore che leggi, ricorda il tuo ruolo è tutt’altro che semplice, ma non impossibile! I fratelli che percepiscono ugualmente affetto e interesse non avranno bisogno di competere per conquistare la tua attenzione, ma svilupperanno invece amore reciproco e un solido rapporto.

Dottoressa Rossella Bisogno

Psicologa Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Studio di Consulenza Psicologica

Via S. Maria del Rovo 2, Cava de’ Tirreni (SA)

Rubrica Namastè Curatrice dr.ssa Marciano

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2