Turismo: albergatore Ischia,Covid occasione per turismo diverso

25 Maggio 2020 Author :  
Lui riapre, seppure dal primo luglio, non solo per tenere fede alle prenotazioni non cancellate della sua clientela internazionale, ma soprattutto per i suoi dipendenti, "che non posso lasciare a casa perche' hanno famiglia". Eugenio Ossani, seconda generazione di albergatori a Ischia, alla guida del 'Punta Molino, suggestivo albergo che domina l'omonima baia set di alcune scene de 'Il talento di mister Ripley' con Jude Law, Matt Damon e Gwyneth Paltrow, ritiene la stagione 2020 gia' chiusa e in perdita. "Partiamo da una crisi che stiamo subendo per lockdown imposto - dice - ma questo non deve essere soo un modo per demoralizzare l'impresa turistica. Potrebbe essere invece un momento per ripensarlo. Ischia e' un'isola grande, bella, verde e piena di baie. Purtroppo, questo ha creato anche le condizioni per troppi insediamenti di strutture alberghiere o para-alberghiere e quindi dell'affermarsi di un turismo diverso da quello degli anni '60/'70". Ossani allude a quando l'isola, e il Punta Molino, costruito nel 1968 progettato da un docente di Scienze delle costruzioni su un progetto avveniristico che rende possibile da tutte le camere godere della vista del Castello aragonese, era popolata da attori, intellettuali, registi, capitani d'azienda, da Elsa Morandi a Pablo Neruda fino a Liz Taylor e Richard Burton che proprio sull'isola avevano il bollente set di 'Cleopatra'. Era allora, tra l'altro che apriva O' Rangio Fellone, il mitico locale sul mare ideato e realizzato dall'architetto Sandro Petti, in cui Ugi Calise cantava, seguito da Peppino Di Capri e da Fred Bongusto che intonava 'Una rotonda sul mare'. Il Rangio, del resto, e' diventato parte del suo hotel. "Proprio per le restrizione - continua l'imprnditore - questi turismo d'assalto e' complicato da recuperare. L'aumento delle presenze in virtu' dell'aumento delle strutture crea seri problemi. Ci sara' un naturale ritorno a un turismo piu' individualista, qo meglio quello in cui c'e' la persona e non un numero. E' quello che noi auspichiamo, non solo come albergatori a 5 stelle, ma anche a 4 e 3 stelle, che sono stati lo 'zoccolo duro' del turismo anni '70. Attivita' familiari ma con rapporto diretto con il cliente. Sfruttiamo le restrizioni per ritornare a un turismo piu' naturale". Quello che proprio non va, a giudizio di Ossani, e' pensare che il turismo italiano sia sufficiente a salvare l'estate degli imprenditori di settore. "Non puo' compensare l'assenza degli stranieri - dice - tanto che molti albergatori di tutta Italia non apriranno, soprattutto nelle citta' d'arte. La stagione e' gia' al 50% perduta in maniera assoluta. Il resto dipende. E qui gioca un ruolo l'inefficacia di Governo e Regioni che non ci danno ancora disposizioni certe. Non si puo' pensare che a poco dalla data di riapertura non ci sono specificati regolamenti. Si apre nelle piu' assoluta incognita". "Chi apre ora e' non solo imprenditore, ma eroe, per responsabilita' civili e penali che si trova di fronte", esplicita Ossani. Nel "disordine" delle disposizioni da parte della Regione Campania, in particolare, rileva l'albergatore, l'autorizzate alle aperture di piscine, "ma non quelle termali, cioe' il 50% del turismo campano". "Apriamo a luglio per protrarre la stagione fino al 30 ottobre - conclude - ma ancora oggi con incognite per mancate prescrizioni, diversamente da altre nazioni europee dove ci sono gia' percorsi alternativi. Si stanno attrezzando e mangeranno nostre fette di mercato".

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178