Imprese: Istat, in ripresa esportazioni e fiducia

07 Luglio 2020 Author :  
Dopo il crollo generalizzato registrato a marzo e aprile, gli indicatori congiunturali disponibili per le imprese hanno mostrato una ripresa delle esportazioni e della fiducia. Cosi' l'Istat nella nota mensile sull'andamento dell'economia italiana. L'indice destagionalizzato della produzione industriale, ad aprile, e' diminuito in termini congiunturali del 19,1 per cento,una contrazione elevata ma inferiore rispetto a quella registrata a marzo (-28,4%). Tra febbraio e aprile, il livello medio di produzione e' calato del 23,2 per cento rispetto ai tre mesi precedenti coinvolgendo quasi tutti i settori produttivi, seppure con intensita' eterogenee. Per cio' che concerne gli scambi con l'estero, i dati relativi ai mercati extra Ue per maggio segnalano un forte incremento delle esportazioni (+37,6% in termini congiunturali), dopo il marcato ridimensionamento delle vendite osservato nei mesi precedenti. In particolare, ad aprile le esportazioni extra Uesono diminuite di oltre il 37,3 per cento, una riduzione di poco superiore a quella delle vendite dirette verso l'Unione europea (-32,7 per cento). Nonostante il miglioramento osservato, i valori registrati a maggio sono inferiori di circa 4 miliardi rispetto a febbraio. L'incremento delle esportazioni e' stato determinato prevalentemente dalle vendite di beni strumentali (cresciute a maggio di oltre il 60 per cento) e in misura minore di beni intermedi (+27,1 per cento) e di consumo non durevoli (+24,9 per cento). Anche le importazioni dai mercati extra Ue evidenziano primi segnali di attenuazione della caduta (-2,4 per cento a maggio, -12,5 per cento ad aprile), condizionate ancora dalla riduzione degli acquisti di beni energetici (-16,9 per cento) e di beni di consumo durevoli (-10,2 per cento), mentre sono aumentati gli acquisti di beni strumentali (+13,6 per cento).Al netto dei beni energetici, secondo le rilevazioni dell'istituto di statistica le importazioni sono cresciute dello 0,3 per cento. I segnali di ripresa si sono estesi anche a giugno quando gli indicatori di fiducia delle imprese hanno evidenziato evoluzioni incoraggianti in tutti i settori economici. In particolare,nella manifattura sono migliorati sia i giudizi sugli ordini sia le attese di produzione. Osservando le disaggregazioni settoriali della manifattura, e' possibile una lettura congiunta dell'evoluzione della fiducia di giugno e della caduta della produzione industriale nel periodo febbraio-aprile. Le imprese della raffinazione mostrano un forte pessimismo sulla ripresa delle attivita'. Le imprese della produzione di legno, mobili e altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi esprimono invece un aumento generalizzato a tutte le componenti.

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178