Il Brasile supera i 60mila morti Usa: 'Il 4 luglio restate a casa'

02 Luglio 2020 Author :  

Il Brasile ha superato i 60 mila morti da coronavirus: lo rendono noto i dati forniti dalle segreterie alla Sanità statali a un consorzio di media che, in polemica con la politica di lotta alla pandemia messa in atto dal presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, ha deciso di fornire quotidianamente un bilancio alternativo a quello ufficiale diramato dal governo. In base alle cifre, tra le 20 locali di ieri (le una di oggi in Italia) e le 13 locali di oggi (le 18 italiane), il Paese sudamericano ha registrato 538 nuovi decessi, facendo salire a 60.194 il totale dei morti per Covid-19. Il numero complessivo dei contagi è invece passato a 1.426.913.

Il 4 luglio "state a casa, evitate gite, feste, assembramenti per i tradizionali fuochi d'artificio": in vista dell'Indipendence Day è questo l'appello delle autorità sanitarie negli Usa, dove nella giornata di martedì - secondo i calcoli del New York Times - si è toccato il record di oltre 48 mila nuovi contagi. Un boom a cui hanno contribuito soprattutto 8 Stati che hanno fatto registrare un primato nel numero di casi giornalieri. Tra questi la California (8.100 nuovi casi), la Georgia (2.400) e il Texas (7.900).

"Mentre vedo la pandemia diffondersi e mostrare la sua faccia peggiore in tutto il mondo, compresi il tremendo danno che ha fatto in Usa, sono sempre più arrabbiato con la Cina": lo ha twittato Donald Trump, nel pieno della bufera su come la sua amministrazione ha gestito la crisi del coronavirus.

La pandemia da coronavirus continua a far sentire decisamente i suoi effetti in America Latina dove nelle ultime 24 ore i contagi hanno raggiunto quota 2.576.463 (+46.357), mentre i morti sono ora 116.199 (+2.510). E' quanto emerge oggi da una elaborazione statistica realizzata dall'ANSA sulla base dei dati ufficiali di 34 fra nazioni e territori latinoamericani. Senza grandi novità il Brasile continua a guidare la classifica nella regione con un ritmo abbastanza sostenuto, anche se ora stabilizzato, sia dei contagiati (1.402.041, +33.846) sia dei morti, che sono 59.594 (+1.280). Seguono il Perù (285.213 e 9.677) e il Cile (279.393 e 5.688), e quindi altri sette paesi con più di 30.000 contagi: Messico (226.089 e 27.769), Colombia (97.846 e 3.334), Ecuador (56.342 e 4.527), Argentina (64.530 e 1.307), Repubblica Dominicana (32.568 e 747), Panama (33.550 e 631) e Bolivia (32.125 e 1.071).

In Argentina milioni di persone, abitanti di Buenos Aires e della sua periferia più stretta, sono entrati oggi un una nuova fase di lockdown per combattere la pandemia da coronavirus che durerà fino al 17 luglio. L'obiettivo principale della nuova quarantena rigida riguarda una forte limitazione della circolazione cittadina, con l'autorizzazione al normale funzionamento per soltanto una trentina di attività essenziali, i cui addetti potranno spostarsi solo muniti di una specifica autorizzazione.

Di fronte ad un bilancio generale che segnala per l'Argentina 64.530 contagi da Covid-19 e 1.310 morti, Buenos Aires e la sua provincia registrano attualmente il 95% dei nuovi casi quotidiani, cosa che determina un potenziale pericolo per il sistema sanitario nazionale.

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178