Gragnano/Castellammare di Stabia. 17enne ucciso, inquirenti sentiranno cugino ferito

26 Maggio 2020 Author :  

Sara' interrogato nelle prossime ore Carlo Langellotti, il 30enne cugino di Nicholas di Martino, morto a 17 anni per due coltellate sferrate nel corso di una lite in via Vittorio Veneto a Gragnano. Langellotti e' ha soccorso il ragazzo, trovandosi coinvolto nella rissa ed e' stato ferito in maniera non grave, ma e' ancora ricoverato all'ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. Le indagini sono condotte dalla Procura dei Minori ma e' stata allertata anche la Dda di Napoli perche' di Martino e' il nipote di Nicola Carfora detto ''o fuoco', detenuto con una condanna all'ergastolo da scontare, ma con il suo clan ancora attivo nella zona che va da Castellammare a Gragnano fino alle montagne del monte Faito e Pimonte, dove ci sono coltivazioni illegali di cannabis indica e marijuana. La polizia sta indagando su alcuni ragazzi del gruppo Afeltra-di Martino (capoclan solo omonimo del ragazzo morto) che sarebbero stati visti in giro poco prima del raid assassino. Il gruppo criminale e' in lotta proprio per il controllo dei traffici illeciti con i Carfora. Il 17enne potrebbe aver litigato con un rampollo della cosca e essersi dati appuntamento per un chiarimento finito poi nel sangue. Nicholas e' stato colpito all'addome e all'inguine, quest'ultima ferita risultata fatale perche' la lama ha perforata l'arteria e il giovane, nonostante il soccorso del cugino e la corsa in ospedale, e' morto dissanguato. La salma e' ancora sotto sequestro.

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178