AdMedia

In Campania solo il 3,6% dei bimbi frequenta il nido

09 Settembre 2019 Author :  
"Il primo, immediato intervento sara' sugli asili nido", ha annunciato Giuseppe Conte nel suo discorso alla Camera, precisando che, per superare il gap tra Nord e Sud anche su questo punto, ci sara' un "azzeramento totale delle rette" per le famiglie con redditi bassi e medi. L'intervento di Conte e' stato apprezzato da un'organizzazione come Save the Children che solo la settimana scorsa aveva acceso un faro sulla scarsa possibilita' di accesso al nido per le famiglie del Mezzogiorno. In Campania, in particolare, dove secondo l'indagine "Il miglior inizio" la copertura pubblica di nidi e servizi integrati e' del 3,6%, cioe' quasi inesistente. Va peggio solo in Calabria, dove solo il 2,6% dei bambini frequenta il nido. Soprattutto se paragonata a Regioni come la Valle d'Aosta, 28%, o l'Emilia Romagna, 26,6%. "Le differenze a livello regionale - rivela Save The Children - sono molto marcate, con un tasso di copertura doppio al Centro-Nord rispetto al Sud e Isole". Nonostante questo deficit in termini di servizi, i costi per chi vive al Mezzogiorno sono ancora alti. Secondo Cittadinanzattiva, una famiglia residente in Campania con un bimbo al nido e un altro alla materna o alla primaria spende 328 euro, rispetto ai 382 euro spesi in media in Italia, per la retta dell'asilo e la mensa. A pesare sono soprattutto le differenze fra i singoli capoluoghi di provincia: per il nido si va dai 350 euro al mese di Benevento ai 197 di Napoli. Per la mensa scolastica dagli 86 euro di Caserta ai 76 di Napoli e i 60 di Benevento.

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2